Alpitour, la campagna internazionale

Da il 6 Aprile 2019

Obiettivo, 2 miliardi di euro di ricavi per l’anno corrente: Gabriele Burgio, presidente e ad del Gruppo Alpitour, ha svelato  i numeri del 2019 in un’intervista pubblicata da Milano Finanza. Complice del trend particolarmente positivo. il prossimo ponte a cavallo di Pasqua e 1° maggio: sono arrivate prenotazioni da 30 mila clienti solo per queste due settimane di festività primaverili.

Burgio ha poi fatto il punto sul 2018, parlando di un giro d’affari consolidato di 1,69 miliardi di euro (con un segno più del 37% rispetto all’anno precedente), grazie anche all’acquisizione di Eden Viaggi. Tra i tour operator nazionali, la quota di mercato di Alpitour è salita dal 23,5% al 30,8%.

L’ad specifica che questo balzo in avanti è stato reso possibile pure da investimenti da 20-22 milioni di euro, al rinnovo della flotta Neos e alle due nuove strutture in Sicilia e Sardegna. In tutto sono 17, attualmente, le strutture tricolori appannaggio del gruppo, mentre una diciottesima sarebbe in corso d’opera.

Ma Alpitour punta ormai il timone verso l’espansione globale: da qui le trattative per penetrare in una nazione turisticamente emergente come l’Albania, e i due progetti immobiliari a Zanzibar e alle Maldive.

E pare che stia tornando in auge anche la destinazione Egitto, dopo la paura-terrorismo degli ultimi anni.

L’obiettivo ultimo? Quello di scongiurare “la frammentazione della durata media del periodo di vacanza degli italiani e non solo, mettendo in catalogo pacchetti differenti”.

About Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *