Castello di Solfagnano, che meraviglia

Da il 24 Ottobre 2019

castello di solfagnano

ECCO A VOI IL Castello di Solfagnano.

Adagiato nella Valle del Tevere, a poca distanza da Perugia, sorge il Castello di Solfagnano, di rara bellezza, che vanta una storia millenaria in cui ha intrecciato il suo destino con quello di nobili famiglie.

Fortificato nel 1100, fu riqualificato in età medioevale dagli Antinori, che la cedettero a fine Ottocento ai nobili romani Bennicelli.

E’ del 2007 l’acquisto da parte della famiglia eugubina Colaiacovo, assai nota nel comparto dell’industria dei cementi che, nel successivo decennio si è impegnata fattivamente nel tentativo di restituire all’antica dimora lo splendore di un tempo.

Il progetto di riqualificazione e restauro molto ambizioso, curato minuziosamente dai componenti la famiglia al completo, ha richiesto importanti investimenti in termini di tempo, energie e…sogni.

Proprio nel corso dei lavori, la famiglia ha deciso di condividere questo scrigno di rara eleganza e bellezza con la comunità, facendone una struttura funzionale e prestigiosa che aprisse le porte ad eventi esclusivi, matrimoni da favola, convention internazionali e appuntamenti culturali.

Per questo il  Castello di Solfagnano promuove appieno il modello slow living, vocato cioè alla riscoperta del tempo andato in un luogo che dia l’opportunità di rigenerare il corpo e la mente lontano dagli stress della vita contemporanea.

In tal senso, la struttura è diventata polo di eccellenza del sistema turistico umbro e punta decisamente a consolidarsi aprendosi a un target più internazionale.

Chi soggiorna al Castello di Solfagnano (è possibile nei week-end di ottobre e novembre), oltre a godere della magia di un posto ricco di scorci suggestivi, giardini incantevoli, saloni sontuosi e camere eleganti, può contare su una serie di attività esclusive:

  • come degustare un aperitivo proposto da sommelier di grido in cantina o direttamente tra i vigneti (60 ettari di bianco e rosso),
  • oppure lasciarsi cullare dai suggerimenti dell’Accademia Monacelli;
  • la stessa  ha sviluppato una sorta di formula matematica finalizzata al rinnovamento psico-fisico del visitatore.

Ancora, potrà lasciarsi rapire da un risveglio emozionale, inventarsi artista frequentando un atelier di pittura o gustare le prelibatezze gastronomiche suggerite da chef stellati.

Gli ospiti più esigenti potranno persino regalarsi un volo in elicottero sulle campagne umbre o una gita al volante di lussuose auto d’epoca (a scelta, una tra Porsche cabriolet del ’59 o Balilla rosso fiammante del ’39).

  • Trattamenti a parte, per entusiasmarsi basterebbe visitare
  • il giardino pensile,
  • la cattedrale dell’amore,
  • la cantina emozionale,
  • la chiesetta di sant’Antonio abate,
  • fare una passeggiata tra frutteti e uliveti,
  • ammirare le possenti mura medioevali,
  • le fontane,
  • i prati curatissimi,
  • i panorami incontaminati.

Insomma, immergersi nella storia che trasuda da ambienti che hanno ospitato principi e potentati politici di ogni genere; pare che vi abbia alloggiato anche il duce con la Claretta Petacci, ma i proprietari preferiscono glissare.

Come sopra anticipato, il castello apre per la prima volta i cancelli al pubblico proponendo percorsi di degustazione o soluzioni weekend.

Il percorso degustazione con visita guidata a castello e villa costa 40 euro a persona, l’altro, comprendente in aggiunta un pranzo o una cena in cantina, vale 75 euro.

Per la soluzione weekend occorre sborsare 300 euro pro capite (260 se si viaggia in coppia); in cambio si ha diritto a una degustazione di oli abbinati a specialità casearie, alla visita guidata dell’intero maniero, a una cena a base di tartufo e al pernottamento con colazione.

Per informazioni più dettagliate, visitare il sito www.castellodisolfagnano.it.

LEGGI ANCHE:

Valle d’Aosta, una delle meraviglie d’Italia

Che autunno diVino, in Maremma, a Terme di Saturnia

About Dieffe

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *