Dall’Etna a Capo Nord

Da il 16 Maggio 2019

Un’esperienza incredibile, entusiasmante, unica nel suo genere.

Due viaggiatori, un camper, un itinerario di 16.000 chilometri attraverso 8 Stati. Un percorso non convenzionale, molto diverso dai luoghi battuti dal turismo di massa, alla ricerca del contatto con la natura. Tra strade inedite, trekking, vita selvaggia, notti sotto le stelle e osservazione delle specie vegetali e animali. Che sono il simbolo dell’ecosistema stesso in cui vivono dal Mar Mediterraneo fino a Capo Nord.

Il progetto si intitola “Camper Wild Trek, dall’Etna a Capo Nord”.

Protagonisti il torinese Fabrizio Rovella, uno dei massimi esperti italiani di Sahara e di viaggi “avventura”, e il camperista messinese Nino Lentini, classe ’57. Dal caldo, dal Mediterraneo e dal deserto, verso i ghiacci e il freddo del nord.

Il lungo viaggio, della durata di circa 45 giorni, prevede il pernottamento al di fuori di strutture ricettive. In tenda, dove i protagonisti osserveranno e condivideranno eventi meravigliosi. Tra la nidificazione di rare specie di volatili (come la pulcinella di mare) e giornate di trekking in alcuni dei più bei parchi naturali europei. Con un focus particolare sulle aree più selvagge d’Italia.

Scheda Tecnica del viaggio

Partenza: 16 maggio

Durata: circa 45 giorni

Stati attraversati: Italia, Francia, Germania, Danimarca, Svezia, Finlandia, Norvegia, Austria

Lunghezza itinerario: 16.000 Km circa

Partecipanti: Fabrizio Rovella e Nino Lentini

Veicolo: Camper Fiat Ducato Rimor

Main Sponsor: Guna Spa (Milano)

Particolarità: Il viaggio non seguirà gli itinerari convenzionali, ma andrà alla ricerca delle aree più selvagge dal punto di vista naturalistico di tutti gli stati attraversati. I viaggiatori entreranno in contatto con ogni ecosistema, la flora e la fauna che dal Mediterraneo si sviluppano fino a Capo Nord.  

Principali tappe italiane ed estere

16 maggio: partenza da Messina per l’Etna (notte al Rifugio Sapienza)

17 maggio:  visita all’alba alla Valle del Bove e relativa salita al cratere più alto dell’Etna a quota 3300 metri

18 maggioRoma incontro per intervista e foto con il main sponsor (GUNA)

20 maggio: Torino per approvvigionamento e ritiro materiale necessario per proseguire il viaggio

22 maggioParco Nazionale del Gran Paradiso

23 maggio: salita al Bivacco Leonessa a quota 2900

Ingresso in territorio estero con il seguente itinerario: Svizzera, Germania (trekking nella Foresta Nera), Danimarca, Norvegia (Isole Lofoten, Isola di Runde), trekking a Capo Nord, Svezia, Finlandia (trekking in Lapponia).

Viaggio di ritorno e rientro sul suolo italico: incontro con il Comandante della Guardia Forestale in Friuli e finale al Parco Nazionale del Gran Sasso.

Rientro in Sicilia.

 Fabrizio Rovella è uno dei massimi esperti italiani di Sahara e di viaggi “avventura”. Attivo da più di 25 anni nel settore, dal 2004 si è trasferito a Tamanrasset (Algeria) e negli ultimi 4 anni ha lavorato con particolare frequenza a Chinguetti (Mauritania), diventando un punto di riferimento e collegamento tra i viaggiatori e le popolazioni locali.

È il titolare di “Sahara Mon Amour”, agenzia viaggi che organizza viaggi e itinerari con standard di sicurezza evoluti e che ben racchiude la sua filosofia nel proprio nome. Un impegno e un insieme di esperienze che sono state più volte rilevate positivamente, e portate al centro dell’attenzione dei media.

Maggiori info su: www.fabriziorovella.comwww.saharamonamour.comwww.uomodelsahara.com

About Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *