Tutti sull’autobus (il mezzo più sicuro e smart di viaggiare)

Da il 26 Giugno 2019

autobusLo sapevate che l’autobus è il mezzo più sicuro per viaggiare?

Lo asserisce uno studio sulle autolinee a lunga percorrenza condotto dal Politecnico di Milano.

  • Lo studio è stato presentato a margine di una tappa del MobilityInnovation Tour 2019, una rassegna di convegni organizzata dalla rivista specializzata Autobus con l’intento di raccontare l’evoluzione del mondo del trasporto persone all’indomani della liberalizzazione del settore attraverso la lente dell’innovazione.
  • La liberalizzazione del settore ha portato alla ribalta compagnie private, come Flixbuse prima di lei Megabus, che in pochi anni hanno letteralmente stravolto il mercato del trasporto lowcost.
  • Il successo del vettore tedesco ha spinto successivamente altre realtà a entrare nella competizione, da sole o consorziandosi, convincendole della necessità di rinnovare il parco mezzi e di espandere la rete dei servizi.

Ma, l’arrivo di vettori a basso costo ha innescato forse una guerra dei prezzi al ribasso? A quanto pare no. Certo, i risultati operativi dell’esercizio 2017 sono in calo, al pari degli utili, ma gli esperti interpretano il fenomeno come una prova evidente che la concorrenze sia reale.

Per fare un esempio Flixbus conta al momento circa 70 aziende affiliate, con relativi bus e conducenti, collega 3000 destinazioni solo nel nostro paese e, nei tre anni dalla effettiva liberalizzazione,  dichiara circa 10 milioni di passaggi.

Per essere affiliati occorre che i mezzi offerti abbiano i seguenti requisiti: il mezzo deve avere un’età inferiore ai tre anni, sedili larghi, hi-fi gratis e bagno.

A questo punto,in base a un ragionamento statistico sarebbe logico concludere che più concorrenza e più veicoli in strada producono un maggior numero di incidenti. Nulla di più falso. Secondo la ricerca,  appena sei incidenti sul mille, tra quelli che provocano feriti, coinvolgono i bus turistici. E, nella metà dei casi, la dinamica dei fatti li assolve.

L’autobus è un mezzo di trasporto sicuro, ecologico, economico, confortevole e flessibile, offrendo soluzioni di spostamento che rispondono appieno ai parametri di identificazione della mobilità sostenibile e smart raccomandati da tutti gli indirizzi internazionali. E i risultati dello studio lo confermerebbero in toto.

Un certo ostracismo verrebbe piuttosto dalle amministrazioni, specie locali che, non solo non incentivano questa modalità di trasporto.

Sarebbe, quindi, indispensabile ridurre il gap tra percezione da parte dell’opinione pubblica  e realtà.

Bisognerebbe portare le amministrazioni e i cittadini a considerare l’autobus come soluzione piuttosto che come il problema da risolvere.

Dunque, lunga vita all’autobus? Si, ma con molte riserve legate principalmente all’aumento delle emissioni sul territorio e sulla pelle di noi poveri mortali.

LEGGI ANCHE:

Alle Terme di Saturnia, in pullman

Viaggio in camper: qualche itinerario da sogno

About Dieffe

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *