Tutto su Leonardo da Vinci

Da il 15 Aprile 2019

Sono in corso in Europa i festeggiamenti per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, il Genio poliedrico onore e vanto della nazione.

Sebbene l’artista sia un mito rivendicato un po’ da tutti,  è giusto ricordare che a ispirarlo è stata la Toscana, la terra che gli ha dato i natali e ospita tanti spunti interessanti che ne fanno meglio comprendere le opere.

Anche per questo, Regione Toscana, enti locali e associazioni hanno realizzato un fitto calendario di eventi che permette di riscoprire le bellezze del territorio, seguendo però una metodologia più razionale. Si tratta del cosiddetto “metodo leonardiano”, in cui la cultura si fonda sulla conoscenza, sull’esperienza diretta, e non sull’immaginazione.

In tale ottica, il portale regionale www.visittuscany.com/it/ ha predisposto per chi abbia del tempo a disposizione un itinerario molto variegato che, partendo dal borgo d’origine del maestro, Anchiano, prosegue per Vinci, Firenze, Fiesole e decine di località spesso trascurate, dalla costa alla collina, fino alla Valle Tiberina.

Gli organizzatori hanno anche lavorato intensamente con autorevoli testate europee per promuovere l’importante  ricorrenza, per cui è lecito attendersi interessanti ritorni economici a favore delle località interessate ai festeggiamenti.

Complessivamente, tra grandi e minori, sono previsti lungo l’arco dell’anno circa 500 eventi. Tralasciando musei ed enti che ospitano mostre permanenti delle opere leonardesche, indichiamo alcuni tra gli eventi più importanti in Italia e all’estero.

Milano è la città che ha la collezione di carte più importante al mondo. Di fatto, la Veneranda Biblioteca Ambrosiana ospita  il famosissimo Codice Atlantico, 1119 fogli autografi con 1750 disegni donati dal conte Galeazzo Arconati già nel lontano 1637. Un autentico tesoro che ripercorre la quasi totalità della carriera dell’artista, dagli anni giovanili a Firenze all’ultimo periodo francese alla corte di Francesco I. Per la ricorrenza, la biblioteca propone ben quattro Mostre a tema: la prima, dedicata specificamente a Milano è da poco “scaduta” (17 marzo); la seconda, da aprile a giugno, propone macchine belliche, studi d’ingegneria civile, macchine in genere; la terza, da giugno a settembre, approfondisce il Leonardo francese. Fino al 2020 prosegue invece  Leonardo e il suo lascito, una mostra allargata ad artisti influenzati dalle tecniche pittoriche leonardesche.

Sempre a Milano, eventi sono visitabili a Palazzo Reale (Rapporto tra Leonardo e la natura nella Milano del Cinquecento), al Castello Sforzesco, al Museo del Novecento, al Museo delle scienze e della tecnica, a Palazzo di Città e all’Idroscalo.

A Venezia, alla Galleria dell’Accademia dal 19 aprile al 14 luglio, sono in mostra 25 fogli del Codice Atlantico, più altre opere provenienti dall’estero tra cui, dal Museo Hermitage di Mosca, La Madonna Litta.

A Genova (27 aprile-31 maggio) il Museo sant’Agostino mette in mostra carte e macchine militari.

Torino ospita ai Musei Reali dal 16 aprile al 14 luglio 13 lavori autografi acquistati da Carlo Alberto I, tra cui il famoso auto-ritratto da vecchio.

Riguardo alle mostre estere, le più importanti si svolgeranno al Louvre da ottobre a febbraio 2020 e nei castelli della Loira (Clos- Lucé, Amboise, Chantilly, Sologne).

La Gran Bretagna onorerà il maestro con una mostra diffusa in 12 diverse città di 144 disegni. Duecento disegni saranno ammirabili alle Queen’s Galleries di  Buckingham Palace e altri 80 a Edimburgo.

La Spagna, infine, metterà a disposizione la Biblioteca Nacional e il Palacio del Alhavias.

Oltre alle mostre sono in cartellone opere teatrali (Leonardo di e con Vittorio Sgarbi, Il mio Leonardo), mentre Sky propone il film Io Leonardo del regista Jesus Lambert.

Come si vede, ce n’è per tutti. Non rimane che augurare ai visitatori buon viaggio e buone mostre.

 

About Dieffe

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *