L’incredibile installazione di “mattonelle di lana” (a maglia)

Da il 4 Maggio 2019
Oggi, sabato 4 maggio, l’inaugurazione dell’installazione, che resterà esposta per tutta l’estate.
Un’idea nata da Domizia Frigerio, e che coinvolge tutte le donne della piccola comunità, quella di uno splendido paese delle Marche, Barchi, in provincia di Pesaro.
C’è persino una 95enne in questo progetto collettivo di “Graffiti a Maglia“, o “arte del crochet”, “urban knitting” che dir si voglia.
Su tutte la voglia di rilanciare, attraverso l’arte, un piccolo centro, e lo spirito di una comunità.
Uno dei simboli di Barchi è la sua Porta Nuova, che consente l’accesso alla parte meridionale del centro storico. L’arco, costruito in mattoni, a unico fornice e a tutto sesto leggermente rientrante, è sormontato da una robusta cornice aggettante e da un’edicola a timpano raccordata ai lati del corpo della porta da due pennacchi sormontati da sfere di pietra.
Barchi è oggi un piccolo capolavoro di grazia e proporzione. Mantenendo così pressoché inalterato il lavoro del grande architetto bolognese Filippo Terzi, che nel ‘500, su commissione di Guidubaldo II Della Rovere, mise mano all’intera struttura urbanistica facendo dell’antico castello un enorme gioiello in pietra e mattoni.
Ebbene, è successo questo. Le donne del paese, anziane e giovani, bambine e mamme, raccolti i vecchi filati e acquistati dei nuovi, hanno studiato e lavorato su un’idea artistica molto originale per poi partire con i lavori, andati avanti tutto l’inverno.
Realizzando un’incredibile mega-coperta che coprirà l’intera struttura, fatta di mattonelle di lana.
La coperta doveva essere un messaggio gioioso e pieno di luce e vita, e perciò hanno deciso di giocare con più colori possibili, lasciando a ogni singola donna la libertà di creare le proprie “mattonelle”.
Tutto il lavoro, con misure enormi, è completamente realizzato all’uncinettoOgni piastrella raccoglie la vita, la passione, la storia delle donne di questo piccolo borgo della provincia di Pesaro, Barchi, oggi unificato con tre ex Comuni, con un nuovo nome, Terre Roveresche.

About Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *