Ponte del primo maggio? Tutti alle Terme

Da il 19 Aprile 2019

Idee per un magico ponte del primo maggio?

Un periodo, questo della primavera, adatto alla rigenerazione, al relax, alla cura del nostro benessere, alla rinascita.

Ci siamo chiesti quali siano le destinazioni più  glamour e rilassanti lungo la penisola.

Ecc a voi 4 mete straordinarie.

Nord. Dalla Val di Fassa alla Paganella, le terme del Trentino sono un regno di benessere. Le cime innevate perennemente, “spiate” da una calda piscina, profumano di bellezza. Il relax, da queste parti, ad alta quota, ha l’odore del fieno, l’aroma profumato di una sauna, la piacevolezza di un massaggio.

Come al QC Terme Dolomiti (www.qcterme.com/it/val-di-fassa/qc-terme-dolomiti), il nuovo tempio del wellness a Pozza di Fassa. Un centro termale, alimentato dall’acqua della sorgente di Alloch, che sgorga a 1320 metri alla temperatura di 9 °C. Tra le vasche idromassaggio e i percorsi kneipp, il bagno giapponese e i bagni di vapore, un buffet prelibato e un Aperiterme serale, al QC relax e divertimento sono assicurati.

2) Centro-nord Italia. Qui giganteggia Terme di Saturnia (www.termedisaturnia.it/it), un eden unico al mondo (58014 – Saturnia (Gr). Telefono: +390564600111). Uno dei più prestigiosi golf e wellness resort al mondo. Terme di Saturnia Spa,  affiliato al The Leading Hotels of the Word, comprende, tra le altre meraviglie, un hotel con 128 camere, in infinito centro SPA & Soft Medical, un Parco Termale, un ristorante stellato Michelin (l’Aqualuce) e un campo da golf a perdita d’occhio, con 18 buche. Potete approfittare anche dell’offerta Fuga di primavera (www.termedisaturnia.it/it/hotel/offerte/fuga-di-primavera) di cui parliamo in un apposito articolo del nostro giornale. La struttura risplende nel cuore della Maremma toscana, ai piedi del borgo medievale di Saturnia. La frequentano turisti da tutto il mondo, anche per la sua acqua termale inimitabile e miracolosa. Da 3000 anni, sgorga all’interno di un cratere naturale alla temperatura costante di 37 °C, come quella del liquido amniotico. Molteplici i suoi effetti benefici e balsamici per la pelle, gli organi, la fisiologia, il buon umore chi lo frequenta. Con le sue piscine termali all’aperto, gli idromassaggi e i percorsi vascolari di acqua fredda e calda, il Parco piscine delle Terme di Saturnia è un buen retiro del corpo e dell’anima. Per un piacere multisensoriale integrale. Inoltre l’albergo che le ospita è, di gran lunga, uno dei più belli e completi d’Italia, e non solo.

Ma è possibile, volendo, anche recarsi soltanto al suo Parco Termale (www.termedisaturnia.it/it/terme/parco-termale), spendendo tra i 20 e i 30 euro al giorno (e ci sono anche offerte) e dormendo in uno dei tanti b&b e agriturismi che punteggiano l’area, tra i promontori di Piombino e dell’Argentrio. Nei dintorni ci sono tra l’altro posti affascinanti e carichi di storia come Pitigliano (la “Piccola Gerusalemme”), Sovana (l’etrusca) e Capalbio.  Molto evocativa la leggenda: il Mito narra che Saturno, dio delle messi e dell’abbondanza, un giorno perse la pazienza nel vedere che sulla terra gli uomini erano costantemente impegnati a farsi la guerra. Allora prese un fulmine e lo scagliò con forza. La saetta cadde nel cratere di un vulcano, dal quale zampillò un fiume d’acqua sulfurea e calda che si riversò per valli, monti e pianure, avvolgendo uomini e cose e acquietando finalmente gli animi. Teatro della leggenda era proprio il cuore della Maremma toscana, Saturnia, dove tuttora quell’acqua sgorga alla temperatura costante di 37°C attraverso centinaia di piccoli geyser e meravigliosi soffioni. 

Centro-sud. Terme di Santa Cesarea (www.termesantacesarea.it/). Con le sue acque sulfuree, salsobromoiodiche e i fanghi minerali, naturali, solforosi, le Terme di Santa Cesarea, nel Salento, sono indicate per la cura della pelle, dell’apparato respiratorio, dell’apparato locomotore e del sistema uditivo. Questa stazione termale esiste da inizio novecento. L’acqua termale locale è arricchita direttamente dalle vene sorgive che si estendono per un lungo tratto di costa che va da Porto Badisco a Castro, acquistando particolare consistenza a Santa Cesarea in quattro grotte comunicanti con il mare. Ognuna di queste ultime possiede un nome proprio: Gattulla, Fetida, Solfurea e Solfatara. 

Sud. Terme di Acireale (http://www.terme-acireale.com/). L’imponente e suggestiva presenza dell’Etna fa da sfondo alle terme di Acireale, uno dei luoghi più rinomati e venerati dai siciliani. Ma anche un sito “cinematografico” e scenografico: si trova infatti sulla costiera dove si dice approdò Ulisse, e nei palcoscenici naturali dove Verga ambientò i Malavoglia. È su queste coste che si trovano i due impianti termali delle terme di Acireale.

About Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *