Quali sono le città italiane dove si va di più (e meglio) in bicicletta?

Da il 8 Giugno 2019

donna in biciLa seconda giornata mondiale della bicicletta promossa dall’ONU è stata l’occasione per promuovere una ricerca sulle città italiane (con più di 100mila abitanti) bike friendly.

La ricerca condotta da Holidu (www.holidu.it) ‒ sito specializzato in case vacanza‒ su dati di Open Street Maps conferma il primato in materia di bicicletta dell’Emilia Romagna.

Non si tratta di una novità in senso assoluto, stante l’amore incondizionato che i cittadini di quella regione nutrono nei confronti della bicicletta, sia come mezzo di locomozione che come occasione di svago.

Piuttosto, colpisce favorevolmente la risposta che gli amministratori locali, senza distinzione di provenienza e schieramento, offrono alle rispettive comunità.

Il risultato di tali politiche lungimiranti sta nei 777 km. di piste ciclabili completate nei soli comuni di Ferrara, Reggio Emilia, Piacenza, Parma e Forlì, con medie per abitante vicine, e talvolta superiori, a quelle espresse da paesi nordeuropei da sempre all’avanguardia nel settore.

Nella particolare classifica stilata dal motore di ricerca Ferrara è dunque la città più a misura di bici, con 150 km di ciclovie urbane, pari a 1,14 metri per abitante: certo meno di Helsinki, irraggiungibile al momento con 2,8 metri per abitante, ma più di Stoccolma e Amsterdam. Ovviamente, l’offerta si estende a tutti i turisti che intendono visitare pedalando le bellezze architettoniche della città; per questi ci saranno a disposizione App dedicate e ben venti postazioni di bike sharing.

Al secondo posto Reggio Emilia, con una densità ciclabile appena inferiore a Ferrara ma con 195 km di piste. Anche qui è presente un diffuso servizio di bike sharing, oltre a un sistema integrato (Bicittà) che comprende deposito, noleggio e assistenza.

Modena è la città che dispone della più lunga rete di piste ciclabili: 200 km, contro i 190 della grande Milano. Anche qui grande disponibilità di punti prelievo che permettono tanto di girovagare in città quanto di raggiungere amene zone limitrofe.

Al quarto posto, prima non emiliana, si colloca Bolzano: con 70 km di piste la città, considerata tra le più vivibili in assoluto del paese, vanta un percorso che la collega a Merano.

Segue Padova con 150 km di piste, di cui 35 km lungo il fiume Bacchiglione, tra castelli e borghi incantati, conduce a Vicenza; poi Parma, Forlì e Trento. La classifica inserisce anche Venezia, seppure con i limiti della particolare conformazione urbanistica. Quindi, niente bici in centro ma percorsi che interessano Mestre e alcune isolotti lagunari.

Questo è quanto.

Classifiche a parte, il concetto espresso è chiaro: andare in bici conviene, alla salute e alla tasca. E non è cosa da poco.

Leggi anche:

Aruba, l’isola caraibica contro il climate change

Ecco le 9 destinazioni biker friendly in Europa DA SCOPRIRE

Ecco a voi 7 strade leggendarie in camper con Yescapa

Novità (e offerte) di primavera a Terme di Saturnia

About Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *