Roma brucia: quarant’anni di “rock capitale”

Da il 26 Aprile 2019

Esce il 10 maggio il libro “Roma Brucia – Quarant’anni di musica capitale” (Goodfellas Edizioni. Collana: Spittle. Pagine: 608. Prezzo: 22 euro).

Lo ha scritto Federico Guglielmi, nato a Roma nel 1960, ha alle spalle quarant’anni di professione nel campo del giornalismo rock. Ha fondato e diretto il mensile Velvet e il trimestrale Mucchio Extra; è stato caporedattore e redattore de Il Mucchio Selvaggio; ha scritto per Rockerilla, Rumore, Rockstar e altre riviste. Ha pubblicato oltre venti libri, ed è stato conduttore/autore di varie trasmissioni radio della Rai, tra le quali la mitica Stereonotte.

Roma Brucia’ è il primo libro di sempre dedicato al panorama rock (e dintorni) romano del passato e del presente. Oltre duecento artisti trattati, centinaia di recensioni di dischi e concerti, interviste, fotografie.

Dalla seconda metà degli anni ’70, il punk ha cambiato il volto del rock, creando una linea di demarcazione tra “prima” e “dopo”. Nuovi stili, nuovi atteggiamenti e nuovi modi di proporsi al pubblico e sul mercato si sono affermati ovunque nel mondo con effetti ancora evidenti. In questo quadro anche Roma si è ritagliata un suo spazio, dando vita a centinaia di realtà significative che a volte hanno conquistato le luci dei riflettori e in altri casi sono rimaste più di culto. Dal punk dei Bloody Riot al folk-rock de Il Muro del Canto, passando per il combat-rock della Banda Bassotti, il rap degli Assalti Frontali, la nuova canzone d’autore di Max Gazzè, Niccolò Fabi, Daniele Silvestri, Tiromancino e Riccardo Sinigallia, l’indie de I Cani, fino a band affermatesi pure all’estero come Zu e Giuda. La capitale non ha mai mancato di offrire musica personale e di grande interesse.

 

 

About Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *