Stampa una cucina di cartone e vendi subito la tua casa

Da il 5 Aprile 2019
Certo che pensare di stampare cucine di cartone sembra davvero singolare. Ma invece adesso è possibile, anche se non potranno fungere da cucine effettive, piuttosto come mezzi fuori dall’ordinario per il cosiddetto “home staging”, e cioè la valorizzazione dei propri immobili prima di venderli o affittarli.
Artefice dell’idea l’imprenditore Fabiano Gollo, che vien dal mondo dello scatolificio “tradizionale”. Insieme a lui, Elisabetta Rossi, home stager professionista.
Il suo progetto, la sua startup si chiama REDA – Arredamento Realistico in Cartone. Cucine raffigurate, virtuali, insomma: l’ideale per un mondo sempre più liquido.
Da questo aprile Gollo ha avviato una collaborazione con la Bertazzoni Spa, azienda italiana leader nel mondo nella produzione di elettrodomestici per la cucina di design e di alta gamma.
Tutti gli studi d’altronde convergono: valorizzare un immobile prima di venderlo riduce il tempo di permanenza sul mercato del 70%, edazzera la trattativa. Questo è l’effetto principale dell’home staging, in italiano “valorizzazione immobiliare”, un’arte commerciale nata in America oltre 50 anni fa che si occupa di presentare al meglio gli immobili messi in vendita per mostrare all’acquirente tutto il potenziale della casa, utilizzando a tale scopo arredamento temporaneo, elementi di design e fotografie professionali.
“In pochi mesi REDA è cresciuta sensibilmente, ha attirato l’attenzione di centinaia di operatori del settore immobiliare e degli home stager in Italia e all’estero, e si appresta a diventare davvero “grande”. – ha dichiarato  Gollo – Ma abbiamo molti altri progetti di sviluppo: il settore immobiliare si sta rinnovando, e una proposta come la nostra permette di abbattere i costi e di vendere più velocemente l’immobile. Allo stato attuale riusciamo a garantire un forte effetto realistico e in alta risoluzione, con costi fino all’80% inferiori rispetto all’arredamento tradizionale. Inoltre i nostri moduli sono leggeri, si montano in pochi minuti tramite semplici incastri e si trasportano facilmente anche in una comune berlina”. +
I primi sforzi si sono concentrati sulle cucine, da sempre la componente più onerosa e complessa da gestire; ma sono in cantiere anche bagni, camere, living e complementi d’arredo.

About Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *