A TERAMO UN GRANDE CASSETTE STORE DAY

Da il 20 settembre, 2014

BurntOnesSabato 27 settembre si tiene la seconda edizione dell’International Cassette Store Day (cassettestoreday.com) che farà tappa anche al Circolo Arci L’Officina di Teramo, una città storicamente sensibile al rock alternativo e a tutto ciò che gli gira attorno: “Nel teramano c’è sempre stata una spiccata cultura, o meglio una sottocultura, di rock alternativo. Non sono mai mancati gruppi, posti che propongono musica dal vivo, piccoli e grandi festival: basti ricordare il mitico Rock Roads negli anni ‘80” – spiega Manuel Graziani, uno degli organizzatori nonché critico musicale della rivista Rumore – “Già da qualche anno la vecchia generazione dei 40/50enni e quella dei 20/30enni si sono incontrate in nome della comune passione per il rock non addomesticato, pertanto il Cassette Store Day ci è sembrata un’ottima occasione per unire le forze e organizzare un evento r’n’r a tema più articolato. Anche perché legato al supporto fisico, in questo caso la cassetta che con il vinile e il cd continua ad accompagnare la nostra esistenza di appassionati di musica full time”.

La data teramana del Cassette Store Day è stata organizzata dal basso con il coinvolgimento di realtà underground del territorio tra cui le etichette indipendenti Goodbye Boozy e In The Shit, Wide X Events e il collettivo La Noia, con la collaborazione attiva di diverse band locali che per l’evento faranno uscire alcune cassette con il marchio A Morte Records (acronimo di Teramo) etichetta diy creata per l’occasione (soundcloud.com/amorterecords). La realizzazione della serata si deve al Circolo Arci L’Officina e ad una “Cordata” di circa 70 persone che si sono autofinanziate.

La prima edizione del Cassette Store Day si è tenuta nel 2013 in 80 città di tutto il mondo. La manifestazione, ispirata al più noto Record Store Day, è nata in Inghilterra per volontà delle etichette discografiche Suplex Cassettes, Sexbeat e Kissability; Jen Long fondatore di quest’ultima ha dichiarato: “Abbiamo cercato di tenere in tutti i modi al centro  i fan del supporto e le etichette che pubblicano cassette. L’anno scorso la manifestazione ha assunto dimensioni molto superiori alle nostre aspettative, siamo quindi felicissimi del coinvolgimento della Burger Records che quest’anno coordinerà gli eventi del CSD negli USA”. Alle parole di Jen Long fanno eco quelle dei gestori della Burger, etichetta e negozio di dischi di Fullerton, California: “Abbiamo costruito le nostre fondamenta su questo formato dimenticato e predichiamo da anni le qualità della cassetta analogica, della sua cultura e del suo calore”. Seppur limitati i numeri del mercato delle cassette sono in netta ripresa negli ultimi due anni, soprattutto in ragione dell’economicità del supporto.

PROGRAMMA CASSETTE STORE DAY – TERAMO

Dalle 19:00 presentazione del fumettista SIMONE LUCCIOLA del quale verrà allestita nel locale una mostra di ritratti e vignette r’n’r. A seguire concerto acustico dei punkers sudpontini BLOOD ’77. Dalle 19:30 alle 21:00 cena a buffet per gli ospiti, i gruppi e i partecipanti alla “Cordata”.

Alle 21:00 saliranno sul palco i CHRONICS per il primo concerto elettrico della serata.

Alle 22:00 live degli americani BURNT ONES.

Dj set a cura di Ex e Jacopo. Nel locale ci saranno banchetti con vinili e cassette.

Dieci euro con cena a buffet per partecipare alla “Cordata”.

Dalle 21:00 cinque euro con prima consumazione. Ingresso con tessera Arci.

SIMONE LUCCIOLA: punk-rocker, cantante, disegnatore underground, scrittore autodidatta, giornalista musicale autonomo trentacinquenne. Ha fondato la punk-comic zine Lamette (dal 2001 all’indirizzo lamette.it) e Lamette Comics. Suoi disegni sono apparsi inoltre sulle riviste e raccolte underground Nervi, Killers, Puzz, Polpette, Underground Press, Jukebox (Brasile), Nixon, Be|Different, Sherwood Comix, Puck!, Collettivomensa, HateLoveKnots, Carne, Malefico. Nel 2008 ha curato il soggetto dell’albo “Campana”, un graphic novel disegnata con Rocco Lombardi e pubblicata da Lamette Comics. Nel 2009 ha curato, sempre con Rocco Lombardi, la “Guida illustrata al frastuono più atroce”, antologia di fumetti r’n’r in linea con gli scritti critici di Lester Bangs. Per Lucca 2010 è uscita su Grrrzetic “LO-FI”, un’antologia di tutta la sua produzione rock’n’roll. Del 2011 è l’edizione ampliata di “Campana” per conto di G.I.U.D.A. Edizioni, poi ulteriormente ampliata nel 2014 per i tipi dello stesso editore. http://simonelucciola.blogspot.it

BLOOD ’77: gruppo punk-rock formatosi nel 2003 a Formia da una costola della hc punk band Gioventù Bruciata. Alla voce “il poverello” aka Simone Lucciola, alla chitarra Daniela Marciano, al basso Barret e alla batteria Incubo. Il gruppo propone canzoni proprie in inglese di atmosfera visionaria e nichilista con un sound che si colloca a cavallo tra il garage-punk americano dei Sixties, il punk rock newyorkese del ‘77 e il power-pop. Hanno all’attivo numerosi concerti e partecipazioni a varie compilation, nel 2011 hanno collaborato con la scrittrice noir Alda Teodorani accompagnando un suo spoken word incluso nell’audiolibro “Alda Teodorani presents Quindici desideri”. Quattro sono gli album in studio della band del sudpontino: “Romantic Hotel” (2006), “The Bone Machine/Blood ’77” (2008), “Homeless” (2012) e “Anaemic” (2013), uscito su cassetta, nel quale i Blood ’77 hanno ri-arrangiato in acustico alcuni pezzi dei loro precedenti album con l’aggiunta di un paio di cover. http://blood77.bandcamp.com

CHRONICS: band di Bologna/Ravenna, partita suonando power pop con una forte attitudine garage-punk. Il loro sound è stato spesso accostato al suono di Saints, Real Kids e Lyres. Il singolo d’esordio “First Time, Best Time” è uscito nel 1999 per la storica etichetta californiana Rip Off Records. Hanno fatto seguito due album su vinile per l’etichetta belga Demolition Derby/Nitro: “It’s Too Late” (2002) e “Suggested for Mature Audiences” (2004). Nel 2003 la Hate Records ha stampato la raccolta su cd “Late, Lit-up & Lewd – Best Of”. I Chronics hanno condiviso il palco con gruppi culto quali White Stripes, Chrome Cranks e Cheater Slicks, solo per citarne tre. Dopo alcuni anni di inattività nel 2013 hanno ripreso con una formazione rinnovata, sempre attorno al cantante/chitarrista Stefano Toma, dopo che la Mooster Records di Chicago ha pubblicato su cassetta un loro best of. A maggio del 2014, per la statunitense Asian Man Records, è uscito lo split 7” a metà con il leggendario Mike Watt (Minutemen, fIREHOSE, Stooges, ecc.), col quale è già in programma una seconda collaborazione sempre a 45 giri: Watt scriverà un pezzo per loro e viceversa. http://chronics.bandcamp.com

BURNT ONES: la tentazione sarebbe quella di eccedere nei soliti, ridondanti aggettivi per descrivere la musica della band di San Francisco. Ci limiteremo nel dire che Mark Tester (voce, chitarra, synth), Amy Crouch (batteria), Brian Allen (basso) e Landon Caldwell (chitarra, synth, voce) si divertono a cavalcare psichedelia forastica e weird garage, non disdegnando impennate glam e adorabili sgommatine nelle sognanti melodie indie-pop. Dagli inizi di settembre all’11 ottobre del 2014 l’eclettico gruppo californiano affronterà un lungo tour europeo che toccherà Inghilterra, Francia, Spagna, Italia, Svizzera, Austria, Germania, Belgio, Olanda e Repubblica Ceca. I Burnt Ones hanno pubblicato una manciata di 7” e tre full length: “Black Teeth & Golden Tongues (2010), “You’ll Never Walk Alone” (2013) e il recente “Gift” (2014) dato alle stampe dall’etichetta di John Dwyer degli Oh Sees. Gli ultimi due album della band di Frisco sono usciti anche nel formato audio cassetta per la Burger Records, capofila del Cassette Store Day in America. http://burntones.bandcamp.com

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*