ALICE RIPARTE DA RAI SCUOLA, DELLE MERAVIGLIE

Da il 17 maggio, 2012

Comincia oggi un’avventura televisiva su più larga e meritata scala per Alice Lizza, la bella e lucente autrice, conduttrice e producer pescarese. Dopo anni di gavetta sulle tv abruzzesi, in cui stava contestualizzata un po’ come David Letterman sta a Fabio Volo; dopo tanto suo sperimentare e girovagare e centrifugare il concetto e la pratica di televisione giovane ai tempi del web 2.0, in maniera per di più onnicomprensiva e autarchica, Alice ha trovato il suo primo porto importante. Sempre continuando a raccontare l’esistenza ordinaria e straordinaria dei giovani fuori e dei giovani dentro, in Italia e altrove, in questi tempi difficili.

Qualche mese fa ha firmato un contratto da autrice e da regista per Rai Edu, e oggi e domani, 17 e 18, su Rai Scuola va in onda il suo nuovo programma intitolato Si parte!”. Repliche alle 11, 15, 19, 23, 3 di notte e 7 del mattino. In tutto sono previste otto puntate, sempre di giovedì e venerdì, fino alla metà di giugno.

“Ogni puntata è divisa in due parti – spiega Alice Lizza -. Nella prima, di dieci minuti, cercherò informazioni e racconti di studenti ed esperti che vogliono studiare e specializzarsi all’estero, parlando dei progetti Erasmus, Comenius, Leonardo ed altri che danno l’opportunità di fare un’esperienza di studio o lavoro all’estero. La seconda parte, intitolata ‘Lost in Ny‘, racconta invece le storie degli italiani che cercano fortuna a New York“. Storia-manifesto di questa prima puntata è quella di Renato D’Agostin, fotografo veneto espatriato negli Usa che oggi espone le sue foto in tutto il mondo.

Inoltre, il 2 giugno, sempre su Rai Scuola, Alice intervisterà gli artisti e i partecipanti al concerto-spettacolo “Regoliamoci“, promosso dal Ministero della Difesa e dal Miur per veicolare il concetto di legalità nelle scuole. Presentato da Paola Saluzzi, vi si esibiranno, tra gli altri, DolceNera, Renato Zero, Giorgio Panariello e Lino Banfi.

In un’intervista rilasciatami oramai quattro anni fa, che segnò l’inizio della nostra amicizia e della nostra futura collaborazione (fui co-autore, insieme a lei, di Taggami, un suo bel format che andò in onda su Reteotto due estati fa), appena 21enne, Alice, che in tivù ci aveva debuttato a tredici anni e mezzo, mi confidò: “Spero di diventare autrice e conduttrice di reti televisive importanti. Di fare, su più vasto raggio, quello che già faccio adesso. A cinquant’anni mi vedo nelle vesti di una produttrice impegnata a rinnovare le strutture e il linguaggio del nostro sistema televisivo, sempre più obsoleto, sempre più in affanno sui tempi della società reale. Tra il rigetto e l’accettazione dei paradigmi televisivi, occorre una terza via”.

Auguri Alice. Fa’ di Rai Scuola una Rete delle meraviglie.

About Maurizio Di Fazio

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*