DA LEGGERE: “ITALIAN JOB”

Da il 11 febbraio, 2018

COP_Di Fazio_Italian Job.inddEsce martedì 13 febbraio “Italian Job. Viaggio nel cuore nero del mercato del lavoro italiano”, il libro del giornalista e autore di Pescara Maurizio Di Fazio (tra l’altro, direttore del nostro Ozio).

Edito da Sperling & Kupfer, è un libro-inchiesta che preoccupa, sconvolge e atterrisce. Una lettura tanto più importante oggi, alla vigilia delle elezioni, quando si teme che molti giovani si asterranno dal voto. Italian Job è un viaggio negli abissi dei nuovi lavori all’italiana. In quindici capitoli, Maurizio Di Fazio racconta la lotta per non perdere il posto. Un posto che non è più fisso e dove sono evaporate in un batter di ciglia tutte le garanzie che si pensavano acquisite. Progredisce la tecnologia, regrediscono i salari e i diritti. Nessun comparto sfugge a questa tendenza, nemmeno il mondo dello spettacolo, e non è l’onda lunga della crisi a essere incolpabile di ogni disastro. Dalle condizioni in cui lavorano i piloti delle low cost, allo sfruttamento nei centri commerciali, negli ospedali e nei call center; dalle corse matte in magazzino per non rallentare i ritmi impressi dalle pistole scanner e da nuovi algoritmi, fino all’outsourcing, il lavoro in appalto alle cooperative e alla agenzie interinali; dalla obsolescenza programmata della manodopera alla diffusione di subdole forme di caporalato, demansionamento e mobbing. Il libro di Di Fazio fornisce dettagli e notizie che sconcertano ma aiutano a capire rischi e derive di uno sfruttamento sempre più diffuso. Stiamo diventando tutti schiavi?

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*