D’ANNUNZIO IN CAIRO

Da il 27 aprile, 2013

IlCairo-viEd eccovi il comunicato relativo alla tre giorni dedicata a Gabriele d’Annunzio al Cairo, organizzata dall’Ambasciata d’Italia, dall’Istituto italiano di cultura, dall’Università di Misr, dal Centro Nazionale di Studi dannunziani di Pescara e la collaborazione di diverse altre istituzioni, tra cui il Vittoriale degli Italiani.

Il testo è firmato da Dante Marianacci:

«Mi è accaduto di occuparmi spesso di d’Annunzio negli ultimi trent’anni in giro per l’Europa. Non è che non me ne fossi occupato anche prima, quando ancora vivevo a Pescara, spesso a seguire e a correggere le bozze degli Atti dei convegni che Edoardo Tiboni già organizzava con il suo attivo Centro Studi Dannunziani, con la partecipazione dei maggiori studiosi del Vate che giungevano dall’Italia e dall’estero. E ricordo certe memorabili relazioni di Ettore Paratore, Carlo Bo, Geno Pampaloni, Eurialo De Michelis, Paolo Alatri,  Guy Tosi, John Woodhouse, Ivanos Ciani, oltre a quelle di diversi studiosi abruzzesi, come Giuseppe Papponetti, Nicola Ciarletta, Francesco Desiderio, Umberto Russo, Ermanno Circeo, Ottaviano Giannangeli, Franco Di Tizio, Gianni Oliva, Paola Sorge, Franco Celenza, Vito Moretti.

Tra gli eventi dannunziani europei che ho avuto il piacere di organizzare, tra Praga, Dublino, Edimburgo, Budapest, Vienna, ne ricordo solo tre: i convegni “D’Annunzio nella  Mitteleuropa”, a Praga nel 1996; “D’Annunzio nelle Isole Britanniche”, a Edimburgo nel 2000 e la spettacolare rievocazione, il 9 agosto del 2008, nel novantesimo anniversario, del “Volo su Vienna di d’Annunzio”, realizzata in collaborazione con l’associazione Fly Story di Eugenio Sirolli e la partecipazione di 11 aerei di diversi club italiani, che solcarono i cieli della capitale austriaca lasciando una scia tricolore nell’aria, mentre nelle piazze della capitale austriaca si distribuivano volanti con su scritto “Italia e Austria insieme per la cultura in Europa.”

Ora d’Annunzio approda in Egitto, al Cairo, con una tre giorni a lui dedicata, organizzata dall’Ambasciata d’Italia e dall’Istituto Italiano di Cultura, dall’Università di Misr e dal Centro Studi Dannunziani di Pescara, con la collaborazione di diverse altre istituzioni, tra cui il Vittoriale degli Italiani.

Domenica sera, ci sarà la serata inaugurale presso il Circolo dei Poeti del Cairo, con la partecipazione di diversi poeti egiziani, come Abd al-Muti Hegazi e Hassan Teleb, che metteranno a confronto d’Annunzio con il poeta egiziano Shawki, “il principe dei poeti” o “il poeta dei principi” a cui è stata dedicata una statua a Valle Giulia, a due passi dall’Accademia d’Egitto di Roma.  Verrà anche letta “La pioggia nel pineto”, per la prima volta tradotta in lingua araba, nella versione di Naglaa Waly.

La seconda serata di lunedì, “D’Annunzio artiere della parola” si terrà presso l’Istituto Italiano di Cultura. Oltre all’inaugurazione della bella mostra fotografica e documentaria, “Gabriele d’Annnuzio 1863-1938. Dalle rive della Pescara alle rive del Nilo”, gentilmente messa a disposizione dalla Fondazione del Vittoriale, verrà presentato il “Dizionario delle collocazioni” della pescarese Paola Tiberii, un’opera particolarmente utile per i docenti e gli studenti di italiano all’estero, che verrà messa anche a confronto con i dizionari  che usava d’Annunzio. La serata si concluderà con la proiezione del documentario “Con d’Annunzio in Grecia” di Ivanos Ciani, realizzato dal Centro Studi Dannunziani, con sottotitoli in lingua araba, a cura dell’Istituto Italiano di Cultura.

La giornata di martedì 30 aprile, presso l’Università cairota di Misr, sarà dedicata al convegno “D’Annunzio nel mondo arabo”, che verrà inaugurato dall’ambasciatore d’Italia, Maurizio Massari, dal rettore dell’Università, Prof. Mohammed Azzazi e dal capo del Dipartimento di Italiano, Prof. Houssein Mahmoud, che l’anno scorso ha ricevuto il premio speciale per l’Italianistica ai 39mi Premi Internazionali Flaiano di Letteratura, Teatro, Cinema e Televisione. Vi  parteciperanno  studiosi egiziani ed italiani. La giornata si concluderà con la presentazione del “Taccuino egiziano” di d’Annunzio tradotto in lingua araba dagli allievi del Dipartimento di Italiano e pubblicato a cura dell’Università. Verrà infine annunciata la pubblicazione della prima edizione in lingua araba delle “Novelle della Pescara”, realizzata per l’occasione delle celebrazioni dei 150 della nascita di d’Annunzio,  in corso di stampa presso un noto editore cairota e che verrà presentata prossimamente presso l’Istituto Italiano di Cultura».

 

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*