DAVID DI DONATELLO: VIRZI BATTE SORRENTINO (ED ECCO PIF)

Da il 11 giugno, 2014

Pif_3Alla fine il David di Donatello più importante è andato a Paolo Virzì: suo il miglior film, col suo “Capitale Umano”.

Smacco per Paolo Sorrentino.

E’ quanto emerso durante la serata di assegnazione degli Oscar del cinema italiano.

Il “Capitale umano” è un film per certi versi difficile e imprendibile; sorta di noir ambientato tra Milano e la Brianza, riflette sullo stato delle cose del capitalismo tricolore.

La grande bellezza di Paolo Sorrentino, già premio Oscar, si è rifatta con nove premi: miglior regista, miglior attore protagonista (Toni Servillo), miglior direttore della fotografia, miglior produttore, migliore scenografia, miglior trucco, migliori costumi, migliore acconciatura ed effetti digitali.

A Il capitale umano  anche un David per la miglior attrice protagonista (Valeria Bruni Tedeschi), per i migliori attori non protagonisti (Fabrizio Gifuni e Valeria Golino), per la miglior sceneggiatura, il miglior montatore e il miglior fonico di presa diretta.

Miglior regista esordiente Pif, al secolo Pierfrancesco Diliberto, col suo toccante La mafia uccide solo d’estate.

A digiuno di premi il pur riuscitissimo Smetto quando voglio di Sydney Sibilia.

Un David di Donatello speciale è stato conferito al regista Carlo Mazzacurati, autore della Sedia della felicità, deceduto a gennaio.

Ecco i premi principali:

Miglior film:

Il capitale umano, Paolo Virzì
La grande bellezza, Paolo Sorrentino
La mafia uccide solo d’estate, Pierfrancesco Diliberto
La sedia della felicità, Carlo Mazzacurati
Smetto quando voglio, Sydney Sibilia

Miglior regista:

Paolo Sorrentino, La grande bellezza
Carlo Mazzacurati, La sedia della felicità
Ferzan Ozpketek, Allacciate le cinture
Ettore Scola, Che strano chiamarsi Federico: Scola racconta Fellini
Paolo Virzì, Il capitale umano

Miglior regista esordiente:

Pierfrancesco Diliberto, La mafia uccide solo d’estate
Valeria Golino, Miele
Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, Salvo
Matteo Oleotto, Zoran il mio nipote scemo
Sydney Sibilia, Smetto quando voglio

Miglior sceneggiatura:

Francesco Piccolo, Francesco Bruni, Paolo Virzì, Il capitale umano
Paolo Sorrentino, Umberto Contarello, La grande bellezza
Michele Astori, Pierfrancesco Diliberto, Marco Martani, La mafia uccide solo d’estate
Francesca Marciano, Valia Santella, Valeria Golino, Miele
Valerio Attanasio, Andrea Garello, Sydney Sibilia, Smetto quando voglio

Miglior attrice protagonista:

Valeria Bruni Tedeschi, Il capitale umano
Paola Cortellesi, Sotto una buona stella
Sabrina Ferilli, La grande bellezza
Kasia Smutniak, Allacciate le cinture
Jasmine Trinca, Miele

Miglior attore protagonista:

Toni Servillo, La grande bellezza
Giuseppe Battiston, Zoran il mio nipote scemo
Fabrizio Bentivoglio, Il capitale umano
Carlo Cecchi, Miele
Edoardo Leo, Smetto quando voglio

Miglior attrice non protagonista:

Valeria Golino, Il capitale umano
Claudia Gerini, Tutta colpa di Freud
Paola Minaccioni, Allacciate le cinture
Galatea Ranzi, La grande bellezza
Milena Vukotic, La sedia della felicità

Miglior attore non protagonista:

Fabrizio Gifuni, Il capitale umano
Valerio Aprea, Smetto quando voglio
Giuseppe Battiston, La sedia della felicità
Libero De Rienzo, Smetto quando voglio
Stefano Fresi, Smetto quando voglio
Carlo Verdone, La grande bellezza

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*