L’ULTIMO LIVE DI CLAUDETTE & THE FARMER! COME MINA NEL ’78

Da il 7 aprile, 2014

foto roberto scloccoDomenica 13 aprile 2014, ore 21.30. Orange Rock Café in via Nazario Sauro a Pescara. L”ultima data possibile per assistere a Pescara allo spettacolo di cabaret “Reading che ti passa“, a cura del duo comico-musicale Claudette & The Farmer,

composto dalla splendida Roberta D’Orazio (voce narrante, cantante) e dalla mirabile Valentina Verzella (ukulele, chitarra).

Le ragazze annunciano infatti di voler trascorrere subito dopo un lungo periodo di isolamento nella Farmerville country house sulle dolci colline di Silvi Marina (TE), allo scopo di trovare l’ispirazione necessaria per scrivere il secondo episodio della loro saga, in cui le protagoniste si sposteranno verso i fasti infausti della città.

“Nel nuovo spettacolo vorremmo inserire tematiche sociali: il rispetto per l’ambiente, i danni causati dal consumismo, l’apertura verso le differenze. Ci piacerebbe veicolare contenuti importanti attraverso i sorrisi della gente che viene a vedere il nostro show, convinte del fatto che l’ironia sia un’arma potentissima. Ma la verità è che il personaggio di Claudette vorrebbe vincere un qualche concorso di bellezza, e quindi deve mostrarsi preparata a rispondere ad eventuali quesiti sulla pace nel mondo” spiegano le due.

A movimentare ulteriormente lo show con cui Claudette & The Farmer saluteranno almeno temporaneamente i propri affezionati fan pescaresi, saliranno sul palco due ospiti d’onore: Sonia Zavatta, attrice e pedagogista teatrale, che affiancherà Claudette nella lettura di un nuovo divertentissimo monologo, e Francesca Rita Di Berardino, già voce delle leggendarie Moistcake, formazione hard rock nella quale The Farmer iniziò a muovere i suoi primi passi musicali.
Ma chi sono Roberta D’Orazio e Valentina Verzella?

Roberta D’Orazio parla spesso a sproposito ma è facilmente placabile mediante cospicue donazioni di dolci. Nasce in territorio svizzero il 6 luglio 1985, per poi crescere ed evolversi in diversi punti del suolo italico sin dai primissimi anni di vita. Bambina prodigio, si accorge immediatamente dell’incredibile somiglianza formale tra dischi e ciambelle glassate e, allo scopo di decodificare questo mistero, inizia ad appassionarsi di musica. Grazie ai suoi studi umanistici, è perfettamente in grado di riconoscere nel distico elegiaco lo schema metrico preferenziale nelle liriche dei Ramones. Tra le tante cose, scrive per Rockit  e riceve abitualmente lettere minatorie (di quelle scritte con caratteri ritagliati dalle riviste) a causa delle numerose stroncature pubblicate. Non è invece pervenuto alcun mazzo di fiori da parte di una qualche band di cui abbia detto cose positive.

Valentina Verzella, classe ’85, nasce ad Atri il 13 aprile 1985 e comincia già dalla tenerissima età a mostrare interesse verso quelle che sarebbero diventate le sue più grandi passioni: la campagna e la musica. Reperti fotografici la mostrano infatti bambina intenta ad abbracciare mucche o correre libera nei prati a piedi scalzi. A tre anni riceve in dono dalla madre la sua prima chitarra: quando qualche tempo dopo intraprenderà gli studi con il maestro Maurizio Di Fulvio, sarà già in grado di eseguire brani dall’elevata difficoltà tecnica, con grande stupore di grandi e piccini. Per via del suo carattere schivo, trascorrerà i pomeriggi della sua prima adolescenza chiusa nella sua cameretta a suonare, fin quando l’amica Francesca Di Berardino la convincerà durante gli anni del liceo classico a diventare parte delle MoistCake, formazione hard rock tutta al femminile.

About Lucrezia Aleramo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*