MARLON WILLIAMS: IL COUNTRY HERO CHE VIENE DALLA NUOVA ZELANDA

Da il 18 febbraio, 2016

0004920308_10Marlon Williams
‘Marlon Williams’.

Esce per Dead Oceans Records l’album della nuova voce del country, 

prossimo caso discografico internazionale.

Il disco del neozelandese Williams risveglia paragoni con i grandi del country e del folk, e ha già incantato critica e pubblico del suo paese vincendo come Best Artist e Best New Artist agli ultimi New Zeland Music Award.

Marlon Williams è nato in Nuova Zelanda 24 anni fa e quest’album è il suo esordio. Che è stato pubblicato prima dell’estate in Nuova Zelanda e in Australia. Dove è già un idolo.

La voce di Marlon, la sua fisicità e il modo di comporre hanno molto in comune con personaggi immortali come John Denver, Bob Dylan, Johnny Cash e Neil Young, artisti che hanno portato la canzone americana, il country e il blues verso nuovi lidi scrivendo brani immortali.

Marlon Williams è stato un ragazzo musicalmente precoce, con esperienze nel coro della chiesta del suo paese, vicino Auckland in Nuova Zelanda, prima di invaghirsi dei classici del country, del blues e del folk dei dischi dei suoi genitori.
Già nel 2011 Marlon Williams è divenuto un caso unico all’interno della scena country internazionale grazie alla  collaborazione con il cantautore neozelandese Delaney Davidson, con cui ha registrato in pochi anni i tre ‘Sad But True: The Secret History of Country Music Vol. I,II e III’. Proprio la collaborazione con Delaney Davidson ha portato attenzione intorno Marlon e alla sua voce prodigiosa, tanto che la Dead Oceans Records ha deciso di non perdere tempo e ripubblicare il suo primo lavoro solista anche oltre i confini di Nuova Zelanda e Australia.
Marlon Williams è un prospetto unico nel mondo del folk, una mosca bianca per quello del country e del bluegrass e un nuovo angelo del soul. Dall’apertura bluegrass country di ‘Hello Miss Lonesone’ fino alla chiusura di ‘Everyone’s Got Something To Say’ il suo esordio ha il sapore del classico senza tempo.

 

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*