NET, IL NUOVO TEATRO ITALIANO A PESCARA

Da il 27 novembre, 2014
OTTO MEMORIE DI UN SOGNATOREDopo il buon successo di pubblico delle precedenti serate la rassegna di nuove drammaturgie NET arriva alle ultime due proposte di teatro contemporaneo che sono state selezionate tra oltre 50 spettacoli di giovani compagnie italiane. Sul palco due entità del panorama milanese, la Compagnia Harbaje e l’attrice Daiana Tripodi.
Venerdì 28 novembre sarà la volta di Otto, memorie di un sognatore, uno spettacolo che vedrà l’attore Marco Marzaioli interpretare la parabola di un uomo, di un artista, di un sognatore. “Una vita breve e sofferta – si legge nella sinossi – alla ricerca della Bellezza vissuta sul limite di realtà ed irrealtà. Un racconto che pone e provoca interrogativi: dov’è la “Malattia”? Nella società moderna, che sempre di più si è disumanizzata o nell’uomo, nel ragazzo, nel bambino che non si riconosce in essa? Qual è il limite tra la vita e la morte? Quale il compromesso per sopravvivere? Quali le ragioni per scegliere di andarsene verso altri mondi, verso nuove dimensioni? Un monologo per un solo attore, ma anche un dialogo con la vita, il vero viaggio di un eterno bambino che ha scelto di non perdere mai l’innocenza.
Sabato 29 novembre sarà la volta di Intra ‘a Medea, titolo che promette una inedita versione di uno dei personaggi più noti della mitologia. “Un percorso, un cammino tortuoso alla ricerca di quei suoni viscerali dell’animo umano, che solo una donna, ferita nel suo orgoglio può possedere. Un viaggio – recitano le note di regia – interpretato nella lingua originaria dell’attrice Daiana Tripodi, il calabrese (perché alcune cose si possono dire solo se ti appartengono fino in fondo) alla scoperta dell’io più profondo, dell’essere donna, dell’essere madre. Vive e respira una Medea che resta ferma, anche quando le sue azioni che scandalizzano il mondo intero, dovrebbero quantomeno turbarla.
La rassegna, ideata e coordinata dall’associazione Art Lab e promossa da Artisti per il Matta in collaborazione con il Florian TSI porta a Pescara, per la prima volta, una iniziativa che ha già avuto due edizioni precedenti e di successo a Roma. “La rassegna di quest’anno ha raccontato una situazione del giovane teatro italiano ancora diversa dalle precedenti edizioni romane – dice Lisa De Leonardis di Art Lab – la situazione delle compagnie è oggi incredibilmente difficile: quest’anno, infatti, per la prima volta da quando organizziamo questa ed altre rassegne che prevedono trasferte fuori regione, abbiamo riscontrato la grande difficoltà delle compagnie a muoversi dalle proprie città per raggiungere altri palcoscenici. Una difficoltà che mina l’autonomia creativa e fattiva e che rischia di portare il teatro e l’arte più in generale, a dipendere da contributi e finanziamenti oppure a restare una questione territoriale. Quello che si può fare immediatamente e che Art Lab con questa rassegna e con altre tante attività cerca di fare ogni anno, è riportare il pubblico a teatro, perché il teatro è vivissimo e le belle e tante proposte che sono arrivate a NET quest’anno lo testimoniano. Venite a teatro, perché il teatro ha bisogno di pubblico per essere e continuare ad essere”.

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*