L’ANTI-MAYA VENUTO DAL FUTURO E LA FINE DEL MONDO (NEL 2015)

Da il 4 ottobre, 2012

Non sapete chi è John Titor?

I’m from 2036”: ve lo ricordate? Sembra il sequel del famoso film di Simon Wells invece, è una specie di “web novelas”.

È esplosa nel novembre del 2000, su internet, la storia di un presunto uomo proveniente dal futuro: John Titor.

Il “futurista” in questione, iniziò a tappezzare di messaggi vari forum nei quali sosteneva di essere un soldato in missione che aveva attraversato la linea del tempo ed era giunto, dal 2036, al 1975 per recuperare dal nonno, ingegnere dell’IBM, un computer particolare che conteneva funzioni non rivelate, vitali per un’operazione da svolgere nel suo tempo.

Vagando negli anni, decide di sostare nel 2000 per osservare la sua famiglia e guardarsi da bambino.  Durante la sua permanenza, risponde ad alcune domande dei curiosi visitatori dei forum e, oltre a parlare della sua simpatica gita a Disney World fatta a Natale e raccontini vari, preannuncia una guerra civile negli USA nel 2004 che si sarebbe dovuta protrarre fino al 2015, anno in cui  prevede una guerra termonucleare che avrebbe coinvolto tutte le potenze mondiali, e alla quale ben pochi sarebbero sopravvissuti.

Facendo due conti sembrerebbe però che il saccente John abbia fatto cilecca, a meno che non esistano mondi paralleli al nostro in cui succedono le stesse cose, con alcune varianti. Fin qui, siamo liberi di definirla una burla trapassata. Il fatto interessante è che le funzioni non rivelate del computer IBM, oggetto del desiderio dei nostri posteri, esistono davvero ed erano, allora, effettivamente ignote. Qui la trama si complica. E questo e altri dettagli, insieme a foto, video ed immagini di una presunta macchina del tempo, inducono a rivalutare la questione. Nel marzo del 2001, il signor Titor,  così come era arrivato, se ne va. Scompare non lasciando di se nessuna traccia, suspense a parte. Be’, ma ora che siamo in un punto,a quanto pare cruciale della nostra storia, bisogna decidere da che parte stare. I Maya ci danno pochi mesi di vita, per John è questione di un paio di anni. A chi vi affidereste voi: al passato che preannuncia un futuro o al futuro che svela il passato?

About Marilena Felice

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*