SONO UNA MILF

Da il 9 febbraio, 2013

pamela-anderson-6Ti consideri sufficientemente sexy-rock? Una riot girl, una suicide girl? La nostra Katy Perry, la nostra Lana del Rey? “Certo, so di piacere. Di catalizzare l’attenzione. Specie perché agisco in un ambiente tendenzialmente blindato e chiuso, come il contesto pescarese”.

“La mia testa è completamente sconnessa dal mio corpo. Ho dei principi, ma poi mi capita di fare l’esatto contrario. Sono maldestra, contraddittoria, anarcoide”.

“Mi perdo spesso in elucubrazioni teologiche e teleologiche”.

“Mi piacciono gli uomini molto più grandi di me. Come te”.

Allora. L’aggettivo dotto “teleologico” la piacente fanciulla che sto intervistando, diciamo così per Voi non l’ha mai speso. L’ho addizionato di sana pianta io, per dimostrarvi che non fu un caso se all’esame di Filosofia analitica della storia presi un trenta e lode tondo tondo, quindici anni fa, ok, era un complementare, e anzi, per dircela tutta, quella che ho testé operato si è soliti definirla, in sede di dottrina storiografica, un campo a me assolutamente congeniale, ma che mi sta stretto, “interpolazione”.

Io guardo lei, che all’università ha la media del 29 e 8, è al terzo anno di Lettere moderne; e lei guarda me, e io riguardo lei, un po’ ninfetta, un po’ natural born frontgirl. Il tutto mentre sorseggiamo una bottiglia di rosso avanzato dalle scorte previdenti di un bòtellon di un paio d’anni fa. Stiamo in un locale molto à la page, si beve soltanto e io  mi guardo intorno convocando sguardi di ammirazione e riprovazione. Chi è questa giovanissima bellezza con cui ti accompagni stasera, Maurizio? Che fior di inguaribile playboy che sei. Beato chi ti si piglia, beato chi ti si è pigliato.

“Sono figa e tutti mettono sempre mipiace alle foto da poseur e ai pensieri elevati che sforno su facebook. Sai com’è, sono piuttosto erudita e creativa, leggo Vogue e Rolling Stone e Vice Italia e non mi perdo un format televisivo di Real Time. Mi toccherà sedurti”.

Cosa gli farò io, alle bad girls poco più che ventenni.

Promette bene la serata, a parere di chi vi scrive, e brinda.

“Ieri sera sono stata ad alcolizzarmi con la mia classica band di sfascione”.

Passo al Jack Daniel’s. Everything in its right place. Ritorno al futuro.

Sentite la Potenza Filosofica delle mie ultime domande.

Sei dell’acquario, il segno più d’aria di tutti.

“Non ci credo nei segni zodiacali, non me ne frega un cazzo”.

La tua visione della vita?

“E’ la vita ad avere una visione di me”.

Come ti ci trovi a Pescara?

“Bene. Sarà che ho conosciuto tutta la gente che volevo conoscere. Certo, resta una città di fighetti. Certo che però la Pescara degli anni ottanta era tutta un’altra cosa”.

Eh?

“Ti ricordi le discoteche Honeypot e Lenny’s? E l’orologio di fiori a Piazza Salotto?”.

Ehhhh?

“E l’occupazione dell’Università, il movimento della Pantera? La rivoluzione via fax?”.

Uè, bella, non farmi così vecchio, io ero e resto un giovane incubato negli anni novanta e sbocciato in quelli zero.

Ma tu quanti anni hai, scusa?

Si strappa la maschera, si toglie i tatuaggi adesivi, si sfila la calzamaglia di pelle total-body.

“Ho 47 anni. Sono una MILF. Vuoi essere il mio toy-boy?”.

About Maurizio Di Fazio

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*