LA VIA DEGLI DEI, A PIEDI, TRA BOLOGNA E FIRENZE

Da il 21 Maggio 2019

 Se siete alla ricerca di un percorso slow che  vi faccia ritrovare la vostra essenza allora dovete percorrere la Via degli Dei.

La Via degli Dei, una delle strade più antiche della nostra penisola, collega Bologna e  Firenze passando per i boschi dell’Appenino Tosco-emiliano.

Il percorso ideato alla fine degli anni ’80 del ‘900 da un gruppo di escursionisti bolognesi, ricalca  antichi tracciati dagli etruschi risalenti al VII secolo a.C e, tra Monte Bastione e Monte di Fo’, passa accanto ad alcuni pregevoli basolati della strada romana, ora riscoperti. 

Perché Via degli Dei?

Perché il percorso attraversa località come Monte Adone, Monzuno (Mons Iovis, monte di Giove), Monte Venere, Monte Luario (Lua era la dea romana dell’espiazione).

 La Via degli Dei è lunga circa 130 e ripercorre l’antica strada utilizzata già in epoca romana, la Flaminia Militare, che univa l’antica città di Felsina, l’odierna Bologna, con Fiesole  e Firenze.

La Via degli Dei oggi è diventata una delle principali attrattive turistiche dell’Appennino.

Numerosi amanti del trekking e della mountain bike ripercorrono questo pezzo di storia gustando a pieno la bellezza incontaminata di questi luoghi.

L’intera traversata da Bologna a Firenze – che non presenta grandi difficoltà – si può compiere in quattro/sei giorni o più a piedi (a seconda dell’allenamento e dell’abilità del camminatore), oppure in due/tre giorni o più in bicicletta.

È comunque possibile percorrere anche solo alcune tratte della Via degli Dei, per lasciare libertà a tutti i camminatori di costruire un proprio percorso personalizzato.

Ecco una lista dei nostri articoli sui cammini d’Italia Va’ Sentiero: un anno di cammino sulle montagne italiane

L’Italia è piena di labirinti misteriosi e magici

Vuoi rimanere aggiornato e seguire la nostra pagina? Scopri di più  su www.oziomagazine.it o sulla nostra pagina facebook  https://www.facebook.com/oziomagazine.it/ 

Ti aspettiamo.

donna in cammino

About Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *